Visitare

Firenze la Magnifica

marzo 13, 2016

Ebbeh, non è mica facile trovare un titolo per un articolo su Firenze. Né una foto di copertina, del resto.

Allora, visto che in questa città di recente vengo spesso per motivi di lavoro, mi sono detta : scegli un titolo che riassuma quello che la città ti evoca, scegli l’immagine che corrisponda meglio. Più facile : Firenze mi evoca il Rinascimento (e come non potrebbe ?), con la Signoria dei Medici, i suoi capolavori artistici…E allora la scelta è scontata.

Il complicato però viene adesso…come faccio a scrivere un articolo sintetico su Firenze ??? Dopo infinite riflessioni, cercando di rispettare anche la leggibilità del blog, mi sono detta che forse il modo più semplice è quello di andare per quartieri.

Va bene, proviamoci.

Il quartiere San Giovanni

Si ringrazia wikimapia.org per la foto.

Il quartiere prende il nome dal Battistero di San Giovanni Battista : patrimonio dell’UNESCO dal 1982, la piazza San Giovanni, più comunemente nota col nome di Piazza del Duomo, costituisce il cuore ed il centro storico di Firenze.

La piazza accoglie la cattedrale di Santa Maria del Fiore (il Duomo), “più alta e sontuosa magnificenza” (Dante, cit.), costruita sulle ceneri di Santa Reparata, è una meta privilegiata dei turisti e una tappa incontornabile di qualunque visita alla città. Accanto ad essa, oltre al già citato Battistero di San Giovanni, svetta il campanile di Giotto.

Siete a Firenze di passaggio, solo una mezza giornata ? Una serata libera dopo una maratona di lavoro ? Qui dovete venire.

Non siete convinti ? Ok, date un’occhiata qui di fianco.

Già il Duomo di per sé è una meraviglia : la terza chiesa al mondo per dimensioni, la sua costruzione ha preso 140 anni ed ancora oggi non si capisce come Brunelleschi abbia fatto a realizzare una cupola tanto mastodontica (la più grande al mondo) senza avere a disposizione gli strumenti moderni.

Poi, tutt’intorno, trovate edifici straordinari : basta fare il giro della cattedrale. Dal lato sud (guardando la facciata, a destra), si incontra dapprima la Loggia del Bigallo, un edificio medievale che ospita l’ufficio del turismo. Lo si riconosce anche dalle carrozze che sostano davanti (e dall’odore relativo…). Dopodiché si arriva al Palazzo dei Canonici, dove, in una delle nicchie, la statua del Brunelleschi guarda in alto in direzione della cupola, per ammirare la sua opera straordinaria. Una volta girato l’abside, ritornando verso la piazza dall’altro lato, fate caso alla Casa del Donatello : è riconoscibile dal tondo che contiene il suo busto ed una lapide commemorativa.

Se vi va e il tempo è clemente, potete fermarvi a bere qualcosa o, ancora meglio, a mangiare un gelato in uno dei diversi bar e caffé che pullulano intorno al Duomo. Attenzione comunque alle trappole per turisti (ce ne sono una valanga, come potrete indovinare…) : io ho identificato qualcosa di carino, potete dare un’occhiata qui sotto.

Clicca sulla photogallery per attivare lo slideshow.

Essere in Piazza San Giovanni, infatti, non vuol dire che dovete infilarvi in qualunque posto la folla vi conduca, naturalmente. Una volta che avete visitato tutto il ben di Dio descritto più dopra, ecco qualche suggerimento per rilassarvi o mangiare come Dio comanda :

Un caffé da Scudieri con vista sul Duomo non ha prezzo, soprattutto in terrazza quando fa bello !

Un Camino dietro il Duomo : venite a visitare questo angolo di Paradiso gastronomico !

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply